domenica 22 aprile 2012

Dalla modernità solida alla modernità liquida

"Se l'arte della vita nella modernità liquida consiste principalmente nel nuotare in mezzo a onde indomabili, l'ambizione della modernità solida era quella di riforgiare la transitorietà in durabilità, la casualità in regolarità, la contingenza in routine e il caos in ordine. Voleva rendere il mondo umano trasparente e prevedibile e credeva di poterci riuscire."
[Z. Bauman, La società sotto assedio (2002), Roma-Bari, Laterza, 2005, p. 191]

Nessun commento:

Posta un commento