mercoledì 7 novembre 2012

E' venuto il tempo di una rivoluzione morale

La sinistra ridotta ormai in schegge cerca disperatamente di ritrovare una propria identità perduta, attraverso lunghissime primarie - nella quali però non si parla mai di programmi - o attraverso manovre associative/dissociative - io ci sto, io non ci sto, io mi stacco, io mi riattacco... - , attraverso nuovi progetti come "Cambiare si può" - gli arancioni, come si fanno chiamare - che cerca di rimettere insieme i cocci di una sinistra radicale messa in crisi dalla difficoltà di comprendere il tempo presente. Manca però sempre, manca in ogni situazione e in ogni nuova proposta, il senso di una vera Rivoluzione Morale che parta dai singoli, da noi, da noi tutti, e senza una rivoluzione morale nessun progetto potrà davvero presentarsi come nuovo e capace di farsi leva per la trasformazione dello stato presente delle cose.

Nessun commento:

Posta un commento